Come realizzare uno stucco veneziano: guida per principianti

stucco veneziano rosso
stucco veneziano rosso

L’intonaco veneziano è un termine moderno che descrive un rivestimento in stucco antico. Anticamente, divenne famoso grazie ad un abile artigiano in grado di ottenere superfici ad effetto attraverso l’uso di materiali unici. Fortunatamente, i nuovi prodotti hanno reso possibile imitare tale tecnica anche per gli appassionanti del fai-da-te, creando risultati simili in pochi passaggi e senza una formazione specifica. Inoltre, i prodotti di oggi contengono polimeri acrilici che producono una superficie più duratura e resistente. Curiosi? Allora seguite la nostra guida per principianti su come realizzare uno stucco veneziano.

Di cosa avrete bisogno

Lo stucco veneziano viene usato nelle abitazioni e in molti negozi di classe. Viene venduto in barattoli pronti all´uso, proprio come la vernice e può essere acquistato anche già colorato. In alternativa, ci si può rivolgere ad un rivenditore in grado di personalizzare il tutto mediante l´aggiunta di coloranti universali. Quest’ultimo approccio offre molte più scelte di colore. Uno degli aspetti positivi dell’applicazione dell’intonaco veneziano è che non è necessario acquistare molti strumenti e materiali per gestire il lavoro. Al massimo, avrai bisogno di quanto segue:

  • Cazzuola in acciaio o spatola per cartongesso da 4 a 6 pollici
  • Carta abrasiva grana 400-600
  • Intonaco veneziano

Inoltre, potreste aver bisogno di alcuni dei seguenti articoli, a seconda delle condizioni della stanza e del tipo di lavoro da fare:

  • Guanti
  • Occhialini
  • Primer
  • Pennello
  • Rullo
  • Vassoio di vernice
  • Coloranti universali

I passaggi per applicare lo stucco veneziano

L’intonaco veneziano è diverso dalla vernice. Sapere come dipingere una stanza non vi rende automaticamente competenti nel settore. Quindi, vale la pena esercitarsi un po´ con questo nuovo materiale per acquisire sicurezza e abilità.

Un buon modo per esercitarsi è comprare un paio di fogli di cartongesso, e poi applicare dell’intonaco con una cazzuola usando diversi colpi e a diverse angolature. Se volete aggiungere della tinta all’intonaco, mescolate dei piccoli lotti con quantità diverse di coloranti (prendendo appunti) finché non trovate il giusto mix.

 

 

a) Preparare la stanza

Sgombrare la stanza il più possibile e stendere un panno sul pavimento. È possibile applicare l’intonaco veneziano sulla maggior parte delle pareti e dei soffitti, ma la superficie deve essere piana e liscia. Se ci sono fessure o buchi, riempiteli e carteggiateli per primi. Lavate via lo sporco e il grasso.

Indossate dei guanti e mescolate l’applicazione dell’intonaco, in quanto può irritare la pelle. Usate una protezione per gli occhi se lavorate le parti alte delle pareti. Mescolate bene l’intonaco veneziano prima di ogni utilizzo.

b)
Applicate il primo strato

Aprite il barattolo di stucco veneziano e, se necessario, aggiungere la tinta. Mescolare bene gli ingredienti. Iniziate in un angolo della stanza. Applicate l’intonaco con una spatola d’acciaio flessibile o un coltello per cartongesso da 4-6 pollici. Applicate uno strato sottile di intonaco mentre tenete la cazzuola con un angolo di 15-30 gradi. Stendete l’intonaco con diverse lunghezze e angoli a tratti.

c) Applicate la seconda mano

Usate lo stesso colore dell’intonaco veneziano per la seconda mano. Tenendo la cazzuola a un angolo di 60-90 gradi, applicate un altro strato sottile di gesso. Fate tratti lunghi e corti sovrapposti (a forma di X). Coprite accuratamente la superficie, riempiendo i vuoti e rimuovendo i punti alti. Lasciate asciugare l’intonaco per almeno 24 ore prima di passare al trattamento di finitura.

d) Ritocchi finali

I passaggi finali di un lavoro d’intonaco veneziano comportano la brunitura della superficie e, forse, l’applicazione di un topcoat. Il topcoat aggiungerà resistenza alla superficie ed è particolarmente consigliato per ambienti con elevata umidità (come bagni) e ad alto utilizzo.

Per lucidare, strofinate la superficie con carta vetrata molto fine (grana 400 o 600) usando un movimento circolare. Pulire la superficie con un panno umido. Si ottiene un aspetto più lucido sfregando la superficie con il lato piatto di una spatola pulita.

Il topcoat viene solitamente applicato con una spatola subito dopo che l’intonaco si è asciugato. Una volta asciutto, potete lucidare nuovamente la superficie con il lato piatto di una spatola pulita.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*